5 Raccomandazioni per creare la tua indipendenza dal gas domestico


L’Italia importa circa il 90% del fabbisogno nazionale di gas combustibile, di cui il 50% proveniente da paesi in guerra o con forte instabilità politica. Questa situazione porta a forti oscillazioni dei prezzi che spesso inducono i cittadini a fare affidamento su altre fonti energetiche
Essendo l’Italia un paese in cui primeggia una politica fatta di mille promesse e pochi fatti, allo stato attuale spetta al cittadino indirizzare i propri investimenti in una casa che utilizzi meno gas possibile, coerentemente con le proprie capacità economiche.
Oggi mi piacerebbe orientarti su questa scelta, affinché tu possa diventare il più indipendente possibile dall’utilizzo del gas combustibile, con 5 semplici raccomandazioni.

Moduli termo fotovoltaici:
La prima cosa da fare, se si ha del tetto a disposizione, è installare i moduli termofotovoltaici:Questi moduli riescono simultaneamente a fornire sia energia elettrica che energia termica, indispensabile per far funzionare tutti i nostri elettrodomestici e avere acqua calda.
A limite, se non si ha abbastanza tetto, esiste anche la possibilità di installare i moduli sul balcone, con una perdita di efficienza che andrà verificata con il vostro progettista.

Isolamento a cappotto:
Isolare bene l’edificio è fondamentale per poter realizzare le successive raccomandazioni.
Un buon isolamento termico permette di poter risparmiare sulla potenza degli impianti e di puntare sulla qualità in termini di efficienza energetica.
Ciò che normalmente viene chiamato cappotto, non è altro che l’aggiunta di un isolante termico alle pareti delle nostre case, interne o esterne. La cosa più importante che devi ricordare è che: Il cappotto esterno è il miglior sistema di isolamento. Questo perché, oltre a non ridurre la superficie abitabile, le condizioni di comfort si mantengono per più tempo a causa di un fenomeno chiamato inerzia termica.
In parole povere, con il cappotto esterno, la parete conserverà parte del caldo o del freddo che avete accumulato all’interno.

Pompa di calore:
Grazie ad un apparecchio chiamato pompa di calore, con un kW di potenza elettrica potrai spostare più di 3 kW di potenza termica, dentro o fuori la tua casa. Inoltre, grazie all’inversione di ciclo, in estate potrai utilizzarla al contrario, spostando il calore accumulato in casa in un ambiente esterno dal caldo torrido.
Questo ti consentirà di avere un alto livello di comfort spendendo poca energia (elettrica).

Superfici radianti:
Per esperienza posso dirti che le pompe di calore più efficienti sono quelle che funzionano a basse temperature dell’acqua tecnica di riscaldamento (sotto i 50°C). Riscaldare l’acqua dei termosifoni a 70°C è molto dispendioso; utilizzando invece le superfici radianti (non necessariamente il pavimento, vanno bene anche le pareti), potrai riscaldare la tua casa utilizzando acqua calda di 30-40°C.

Piano cottura a induzione:
Il piano cottura, apparecchio in cui prima era fondamentale l’utilizzo del gas, oggi può essere utilizzato con l’energia elettrica, più precisamente con l’induzione magnetica.
Inoltre potrai ottenere:
+ Sicurezza: la probabilità di scottarsi diminuisce visto che le temperature sono più basse;
+ Velocità di pulizia: il piano cottura è una superficie liscia.
L’unico inconveniente è che dovrai comprare delle pentole create apposta per la cottura ad induzione.